a cura dell'Avvocato Antonio Carrera

Designers

Nozioni legali
Sono i contratti che intervengono fra le imprese specializzate nella produzione di tessuti, pannelli, pavimenti, rivestimenti, ed i liberi professionisti appartenenti alla categoria dei " designers ": mediante questi contratti tali imprese si assicurano, in esclusiva, la produzione dei designers, consistente di solito in disegni, modelli, o progetti, tutti o parte.
Giuridicamente si tratta di licenze a commercializzare produzioni protette dal diritto d'Autore: e per la diffusione acquisita da queste licenze meritano di essere qui riprodotte le clausole tipiche che ne accompagnano i relativi contratti.

  1. Con l'accordo del designer i disegni, progetti o modelli di cui oltre potranno essere impegnati anche in produzioni complementari.
  2. Benché l'attività del designer sia ordinariamente autonoma ed individuale, il designer può valersi di collaboratori e di ausiliari della cui opera è responsabile verso la ...... la quale invece è del tutto estranea ai rapporti intellettuali, operati vi ed economici fra il designer ed i detti suoi collaboratori. Il designer può costituire società con altri designers rimanendo tuttavia personalmente responsabile.
  3. Il designer riserva alla .... in via esclusiva la sua produzione di disegni, progetti o modelli presentati alla ..... stessa. Tale esclusiva viene a cessare se quest'ultima non li metterà in vendita entro un anno dalla presentazione.
  4. Senza pregiudizio della libertà creativa del designer, le parti possono concordare le caratteristiche estetiche di massima dei disegni, modelli o progetti.
  5. Il designer trasmetterà alla .... (nei modi previsti dalla tecnica del settore) i propri disegni, progetti o modelli, nei confronti della .....
  6. La .... ha facoltà di chiedere al designer adattamenti del disegno, progetto o modello ai propri piani generali di carattere commerciale o tecnico. Il designer ha facoltà di rifiutare tale adattamento; in tale ipotesi la .... si riserva di non utilizzare il disegno, progetto o modello, indipendentemente dal momento in cui tale divergenza si manifesti, e senza nulla dovere ad designer in merito all'esclusiva di cui al punto 3.
  7. La .... e il designer possono concordare " varianti" ai disegni progetti o modelli. Per i canoni dovuti alla ..... al designer sulle varianti vedi oltre.
  8. Il designer indicherà il colore oppure i colori del disegno, modello o progetto di base. Ove nella fabbricazione tali colori di base siano variati o diversificati i canoni dovuti al designer saranno integrati come è detto più oltre.
  9. I disegni, modelli o progetti saranno trasmessi dal designer alla .... nelle misure e nelle forme e corredati dalle norme tecniche di attuazione che saranno indicate dalla .... al fine di renderne possibile l'utilizzazione industriale.
  10. Il designer darà la sua collaborazione alla .... per i tramutamenti dei propri elaborati nei prodotti industriali cui sono destinati.
  11. Di regola i disegni, progetti o modelli saranno assoggettati alla tutela amministrativa e giuridica prevista dalle norme vigenti, in Italia ed all'estero, con la indicazione del nome dell'autore, se richiesto dallo stesso e con l'accordo della .... e ciò prima della divulgazione di essi (escluse le mostre ufficiali in relazione alle norme vigenti in materia).
    La ... a suo insindacabile giudizio deciderà di sottoporre o non sottoporre i disegni, progetti o modelli al regime della protezione legale, in questo caso si assumerà in proprio le spese. Se la .... non considerasse necessaria la protezione legale, la .... la effettuerà lo stesso dietro richiesta del designer, in questo caso a spese del designer stesso, in mancanza della richiesta del designer e del relativo pagamento delle spese la .... è esente da qualsiasi responsabilità nei confronti del designer.
  12. La .... pagherà al designer per i disegni, progetti e modelli realizzati industrialmente e le relative varianti quanto pattuito di volta in volta.
  13. Gli oneri fiscali relativi al reddito individuale del designer sono a carico del designer.
  14. La licenza è data dal designer alla .... per tutta la durata della protezione legale prevista dalla legge (sia o non sia il modello, disegno o progetto soggetto a protezione). La licenza perdurerà tuttavia anche successivamente alla scadenza della protezione legale, con facoltà della .... di sospendere la produzione ove la commercializzazione del disegno, progetto o modello abbia perduto interesse economico per essa.
  15. La ....... può sublicenziare i disegni, modelli e progetti con facoltà di concordare con il licenziatario con il designer eventuali varianti che possono essere suggerite o richieste dal sublicenziatario per esigenze del suo proprio mercato. Sul canone percepito dalla .... dai propri sublicenziatari spetta al designer il canone aggiuntivo secono le condizioni di cui al punto 12.
  16. Il canone dovuto dalla .... al designer è liquidato alla fine di ogni semestre sull'importo netto incassato delle sue proprie fatture, al netto di tributi inerenti alle vendite ed al costo degli imballi e trasporti. Il canone sarà pagato nei sessanta giorni successivi alla scadenza del periodo cui si riferisce la liquidazione. Il designer potrà esercitare, direttamente o per mezzo di un suo incaricato scelto dalla .... fra una rosa di tre liberi professionisti iscritti in albi professionali italiani, la documentazione e quindi la congruità del canone accertato. Il revisore, che potrà essere una società fiduciaria, è obbligato al segreto professionale e dovrà dichiararlo alla ..... prima dell'inizio delle operazioni di controllo.
  17. Il designer ha la facoltà di riprodurre o far riprodurre i disegni, modelli e progetti in stampe occasionali (dépliants) oppure in periodici, indicando che essi sono stati realizzati dalla .....
  18. La ..... ha facoltà di indicare nella propria pubblicità su ogni mezzo (dépliants, periodici, rapporti contrattuali ecc.) che il designer ne è l'autore.
  19. I presenti accordi sono stipulati senza limite di durata e cesseranno previa disdetta data da una delle parti con il preavviso di almeno 6 mesi oppure per ordine di giustizia.
  20. Per qualsiasi controversia è competente l'autorità giudiziaria di .... sia per i presenti accordi normativi, sia per i singoli negozi con i quali le parti vi daranno esecuzione.
  21. I rapporti fra le parti per i singoli disegni, progetti e modelli (salvo che in ciascun accordo particolare non sia diversamente disposto) saranno retti dai presenti accordi generali normativi.